Teatro
stampa

L'attualità del dramma di Sacco e Vanzetti

Sabato 9 dicembre sul palco del Toselli la storia dei due immigrati anarchici italiani giustiziati sulla sedia elettrica nel 1927

Ricordando Saco e Vanzetti

Cuneo - L’attrice torinese Noemi Garbo, accompagnata dalle musiche originali e dalla proiezione video realizzate da Paolo Mosele, porta in scena sul palco del Toselli, sabato 9 dicembre alle 21, il monologo “Sotto un cielo stellato. Ricordando Sacco e Vanzetti”.
Lo spettacolo, liberamente tratto dall’omonimo testo di Lorenzo Tibaldo, ricostruisce, attraverso la figura di Luigina Vanzetti, la drammatica vicenda del fratello Bartolomeo Vanzetti e di Ferdinando Nicola Sacco, due italiani anarchici immigrati negli Stati Uniti d’America, giustiziati sulla sedia elettrica nel penitenziario di Charlestown il 23 agosto 1927, con l’accusa di omicidio. I due, innocenti, furono ingiustamente accusati di aver ammazzato un contabile ed una guardia di un calzaturificio e furono uccisi malgrado la confessione di un detenuto portoghese che li scagionava. A cinquant’anni esatti dalla morte, il 23 agosto del 1977, il governatore del Massachusetts riconobbe gli errori commessi nel processo e riabilitò completamente la memoria dei due Italiani, la cui storia diventa oggi l’emblema del pregiudizio, del razzismo e dell’intolleranza verso il “diverso”, che serpeggiano pericolosamente nella società contemporanea.
L’ingresso sarà libero.

Parole chiave: Noemi Garbo (1), Cuneo (1030), Teatro Toselli (52), Bartolomeo Vanzetti (1), Nicola Sacco (1)
L'attualità del dramma di Sacco e Vanzetti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento