Chiesa
stampa

In Sicilia nei luoghi degli sbarchi

Da domenica 13, venticinque ragazzi cuneesi ospiti a Ragusa e Noto dove si pratica la prima accoglienza

In Sicilia nei luoghi degli sbarchi

Cuneo - Domenica 13 agosto venticinque giovani partiranno per la Sicilia per vedere e conoscere con i propri occhi le realtà di prima accoglienza dei migranti che operano sul territorio. Il progetto “Con i miei occhi” nasce dalla sinergia tra l’area giovani della Caritas e la Pastorale giovanile. Per 10 giorni i giovani saranno ospiti delle Caritas di Ragusa e di Noto dove avranno l’opportunità di conoscere le realtà di prima e seconda accoglienza: da come avviene uno sbarco all’identificazione negli hotspot e ai servizi di integrazione. In particolare a Pozzallo, secondo porto per sbarchi che nel 2016 ha accolto 28.000 persone e oggi è già a quota 15.000, che conta perciò uno sbarco ogni tre giorni, potranno assistere alle operazioni. Poi ci sarà la visita ad un altro luogo simbolo dell’emergenza migranti, il C.a.r.a. (Centro di accoglienza per richiedenti asilo) di Mineo, passato allo cronaca per gli oltre 4.000 migranti ospitati.
“Vedere con i nostri occhi - dice don Occelli - quello che accade. Un conto è parlare di migranti, altro è incrociare degli occhi che raccontano delle storie”. “Un’opportunità - per Michele Ottenga, responsabile dell’area giovani della Caritas - per conoscere storie, incontrare persone in cammino, capire meglio il fenomeno migratorio e le dinamiche dell’accoglienza. Lo scopo del progetto è di tornare per cercare di sensibilizzare il territorio su questo importante tema”.
Sarà possibile seguire il diario del viaggio sulla pagina Facebook “Caritas cuneo area giovani”.

Percorsi: Cuneo
Parole chiave: chiesa (27), giovani (248), viaggio (3), immigrazione (12), accoglienza (7), caritas (14), pastorale giovanile (4)
In Sicilia nei luoghi degli sbarchi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento